MENU'

I BRANI PER IL RITO RELIGIOSO

I

brani previsti per il rito religioso rientrano nell’ambito della musica sacra, cioè devono essere legati a temi liturgici-cristiani. Spesso è di autori cosiddetti “classici” che hanno dedicato la loro vita alla musica religiosa o colta.

Per cui interpretare musica sacra, a volte, è difficile quanto interpretare la cosiddetta musica classica e ciò necessita di esperienza e bravura.

La musica, come spesso avveniva in passato, ha una funzione di accompagnamento al rito, in questo caso religioso. Ne consegue che gli interventi musicali sono strettamente legati alle parti della messa che viene celebrata in occasione del matrimonio. Vediamoli insieme.

Canto d'ingresso

E' il canto d'ingresso della messa, in questo caso coincide con l'ingresso della sposa. Solitamente per convenzione, viene precedeuto da una parte stumentale lungo il percorso della navata, cui fa seguito il vero e proprio canto quando il celebrante inizia a camminare, simulando ``Il camminare del popolo di Dio`` e si prepara alla celebrazione. In questa parte della funzione, solitamente viene suonata la marcia nuziale di R.Wagner la cosiddetta ``marcia di fidanzamento``. E come canto d'ingresso un canto a scelta. Spesso è il momento dell'Ave Maria. Di seguito la marcia nuziale di R.Wagner e l'Ave Maria di C.Gounod.

Aspersione

E' la parte in cui, per i cristiani, viene ricordata la Pasqua e il battesimo. Si accompagna, d'accordo con il celebrante, con un breve sottofondo musicale solitamente solo strumentale. ``O mio signor`` ovvero ``Ombra mai fu`` dal Serse di G.F. Haendel, si presta molto a questo momento.

Gloria

Il gloria è un inno al Signore. Viene accompagnato musicalmente in rare occasioni, esclusivamente nei giorni di festa e per il Natale o la Pasqua. Durante i matrimoni non viene eseguito.

Salmo

E' il responso del popolo alla parola di Dio, infatti viene chiamato anche Salmo responsoriale o Graduale. Generalmente non viene cantato, poichè segue l'alleluja, che invece prevede un canto.

Alleluja

Se non c'è la voce solista, l'alleluja viene intonato dall'assemblea e dal celebrante; in questo caso dev'essere un alleluja conosciuto, ad esempio quello gregoriano. L'alleluja di W.A.Mozart invece prevede almeno una voce solista

Scambio degli anelli

E' un momento importante in cui gli sposi danno promessa dell'eterno amore sugellandolo con lo scambio delle vere nuziali. A volte il celebrante non permette di suonare poichè le parole degli sposi devono essere ascoltate da tutti. Se permesso, si può eseguire la cosiddetta ``aria sulla IV corda`` ovvero l'Aria dall'Ouverture n.3 in re magg.di J.S.Bach

Presentazione dei doni e Offertorio

Questa parte fa riferimento alla trasformazione del pane e dell'acqua nel Corpo e Sangue di Cristo. Sono due parti consequenziali, in cui viene eseguito un brano o anche più di uno, a seconda della durata. Dal ``Cantico dei cantici`` musicato da Riz Ortolani ``fratello sole, sorella luna`` è un brano molto richiesto.

Santo

Il santo può essere cantato o solamente declamato. Ci sono diversi canti liturgici che si prestano al Sanctus et Benedictus, ma il testo non può essere modificato sia in italiano, sia in latino. Il santo musicato dal Bottazzo prevede due voci soliste, ma spesso una viene sostituita da uno strumento solista.

Sanctus e Benedictus di L.Bottazzo

Scambio della pace e Agnus Dei

Lo scambio della pace viene spesso accompagnato da un sottofondo di carattere festoso, in tonalità maggiori. A seguire l'Agnus Dei, il momento simbolico in cui Gesù Cristo si immola come vittima sacrificale per l'espiazione dei nostri peccati. In questo momento è necessario un brano cantato oppure declamato in assenza di esso. A volte il celebrante permette di cantare l'Agnus Dei direttamente allo scambio della pace. Potete ascoltare la Cantata BWV147 dal corale ``Jesu bleibet meine Freude`` di J.S.Bach, e l'Agnus Dei di Prisco-Petillo

Comunione

Durante questo momento di raccoglimento per favorire la meditazione sui propri peccati, viene intonato o solamente suonato con i soli strumenti un brano che faccia riferimento al corpo e sangue di Gesù Cristo come alimento. Il Panis angelicus (di seguito quello musicato da C. Frank) è tra questi.

Benedizione finale

Siamo alla conclusione della messa, in cui il popolo viene benedetto e invitato al cammino nel mondo come portatori della parola di Dio. La musica adatta potrebbe essere il maestoso Cantate Domino di G.F.Haendel

Firme

Le firme si possono apporre nel momento in cui il celebrante ritiene opportuno, generalmente al termine della messa ma può capitare che avvenga anche prima.

Uscita degli sposi

La chiesa si è magicamente svuotata, i vostri ospiti sono fuori che vi aspettano.... L'ultimo bacio in chiesa e ora c'è bisogno della marcia nuziale, ma potete anche scegliere qualche brano alternativo. La musica deve avere un carattere festoso e gioioso. Buona fortuna e auguri!

La scelta e l’ordine dei brani è indicativa e ci sono molte possibilità di variazione (ad es. il Canone di Pachelbel può essere suonato all’ingresso della sposa così come all’uscita o alle firme).

Qui trovi tutti i nostri brani in repertorio, eseguiti dalle diverse formazioni che ti proponiamo.

Nessun commento

Inserisci un commento